mercoledì 4 aprile 2018

La dieta Vigor

Tra le diete più praticate e apprezzate negli ultimi anni, figura la dieta Vigor. Questo strano nome non è altro che l’acronimo di Variazione dell’Indice Glicemico Ormoni Ribilanciati. Piuttosto complesso, vero? In realtà si tratta di un regime alimentare che si basa su alcuni principi piuttosto semplici.

Secondo il dottor Fabrizio Duranti, il chirurgo che ha ideato questo tipo di dieta, un regime alimentare funzionale al dimagrimento deve mirare al consumo di zuccheri e non dei grassi.

La dieta Vigor è un regime alimentare che punta il dito contro gli zuccheri

Secondo i principi dettati da Duranti, per ottenere risultati concreti è necessario variare l’apporto delle calorie provenienti da carboidrati, proteine e grassi. Gestendo l’alimentazione in base ai diversi giorni, è dunque possibile ottenere energia e al contempo ridurre la presenza di tessuto adiposo sul corpo di chi si sottopone alla dieta Vigor.

Non solo: questo particolare regime alimentare aiuta a tenere sotto controllo il livello dell’insulina. Ciò è possibile variando l’indice glicemico tramite un’assunzione programmata di carboidrati. Come fare ciò? Secondo il dottor Duranti, è necessario ridurre durante la settimana i carboidrati per poi aumentarne l’assunzione durante il weekend.

Tale operazione servirebbe ad eliminare le riserve di glicogeno e, per aumentare l’eliminazione di tessuto adiposo, si può abbinare ciò ad una più o meno intensa attività fisica.

Cosa succede nel tuo corpo quando segui questa particolare dieta?

Nei giorni della settimana, l’organismo è costretto a ricorrere alle proprie riserve per far fronte al bisogno di energia. Le cellule dunque devono sfruttare ciò che hanno già a disposizione per poter funzionare, andando a intaccare le riserve.

Nel weekend, quando viene aumentato l’apporto di carboidrati, vengono rilasciati enzimi e ormoni che ravvivano e mantengono in funzione il fisico. Di fatto, non ci sono particolari limitazioni per quanto riguarda quali alimenti si possono assumere o meno.

Questo regime alimentare funziona? Ecco le opinioni

A dispetto dello scetticismo nato dal fatto che praticamente è concesso ogni tipo di cibo, la dieta Vigor sta raccogliendo parecchi consensi.

Le opinioni sulla dieta Vigor sono prevalentemente a favore. Se da un lato il metodo Duranti ha fatto molti proseliti, dall’altro c’è una piccola parte che nutre dubbi. Tra i pro c’è senz’altro il fatto di non dover fare rinunce pesanti, in fin dei conti è un regime alimentare adatto a tutte le età che amplifica il rendimento del nostro organismo e regola la produzione degli ormoni.

Non sottovalutare l’attività fisica

Una fase importante di questa dieta è l’attività: teoricamente almeno mezz’ora andrebbe dedicata tutti i giorni ad attività come jogging o comunque ginnastica aerobica. D’altronde si tratta di attività comunque salutari a prescindere dal regime alimentare seguito e, vista la buona stagione alle porte, esiste ben più di un motivo per mettersi in moto!

Leggi l'articolo La dieta Vigor dalla fonte originale: Dieta Plank - La dieta, le testimonianze, e tutte le info!.

martedì 3 aprile 2018

Dieta veloce per perdere peso in una settimana

Una dieta veloce per perdere peso in una settimana è pura utopia oppure e fattibile? E il tuo corpo può reggere senza subire traumi un trattamento del genere? Sono domande più che lecite, soprattutto visto i tanti pseudo regimi alimentari che circolano dentro e fuori la rete.

Effettivamente, diete di questo genere esistono… ma devono essere accompagnate da una premessa: devono rimanere diete lampo occasionali e non diventare abitudine vera e propria. Si tratta infatti di interventi d’emergenza che comunque provano il fisico.

Una dieta veloce per perdere peso in appena una settimana? Fattibile… ma attenzione a non esagerare!

Esistono dunque una soluzione di diete lampo, attuabili solo occasionalmente. Se fisicamente non si hanno problemi particolari e solo ed esclusivamente dopo aver consultato il medico di famiglia o un nutrizionista, si può cercare di dare una sterzata a una silhouette.

I rischi che principalmente sono scompensi alimentari oltre a danni anche gravi alla salute. Spesso oltretutto, se alla dieta veloce non segue uno stile di vita appropriato, si può subire l’effetto boomerang. In parole povere, si recuperano (spesso con gli interessi!) tutti i chili appena persi.

Perdere chili velocemente con diete veloci

Tra le diverse diete che consentono di perdere chili rapidamente figurano quelle più strampalate e improbabili, come la dieta delle mele. In parole povere, chi si sottopone a questo regime alimentare, alterna un’alimentazione quasi completamente incentrata su mele e verdure (a parte qualche uovo e altri alimenti magri concessi) per cinque giorni. Bollite, frullate o normali, le mele risultano sempre e comunque il perno su cui si fonda questa dottrina.

Altre varianti si basano su frutta di stagione o Ananas, magari con l’inserimento nella dieta di Yogurt magro. In molti casi si tratta di diete talmente restrittive e drastiche che l’attività fisica (solitamente compagna ideale di una dieta equilibrata) diventa un ulteriore fattore di indebolimento per un corpo martoriato da un’alimentazione così insolita.

Per dimagrire in modo sano, adotta dei regimi alimentari completi

Non limitarti a effettuare una dieta veloce per perdere peso giusto qualche settimana prima della prova costume: impegnati già da ora, con l’inizio della primavera, a uno stile di vita sano accompagnato da attività fisica. Se cominci la bella stagione con una dieta anche piuttosto blanda, ma in concomitanza con dello sport, magari perderai meno chili ma arriverai all’estate: la dieta plank, in questo senso, agisce su un tempo d’azione più lungo.

Essa infatti lavora sul nostro corpo per due settimane, consentendo una sorta di acclimatazione graduale.

Leggi l'articolo Dieta veloce per perdere peso in una settimana dalla fonte originale: Dieta Plank - La dieta, le testimonianze, e tutte le info!.

lunedì 2 aprile 2018

La dieta del cardiologo

La dieta del cardiologo è un regime alimentare che sta raccogliendo parecchi consensi sul web e non solo. Chi la pratica, ha affermato che è possibile perdere anche sino a 6 chili in una settimana… ma è realmente così valida? E quali sono le controindicazioni?

La dieta del cardiologo: origini e principi

Il nome deriva dal dottor Dwight Lundell, un cardiologo estremamente esperto di Mesa, in Arizona. Secondo la teoria portata avanti dal dottore, si basa sul fatto che il sovrappeso spesso non sia legato solamente alla sfera alimentare: Lundell sostiene che talvolta, in caso di peso eccessivo, i problemi siano legati ad eventuali problemi di salute più profondi. A ciò va aggiunto che l’eccesso di peso è spesso legato effettivamente a diversi tipi di patologie come diabete, malattie cardiovascolari e persino alcune forme di cancro. In questo

Proprio per questi motivi, andrebbe consultato sempre un cardiologo prima di intraprendere una dieta, soprattutto se piuttosto rigida: un regime alimentare inadatto al tuo stato di salute infatti, potrebbe causare danni al tuo cuore, soprattutto se sei un soggetto a rischio.

Come si svolge la dieta

La dieta del cardiologo viene svolta nell’arco di due settimane, periodo nel quale si possono perdere anche più di dieci chili. Naturalmente i risultati variano a seconda del proprio metabolismo e di come ti applichi (niente eccezioni, mi raccomando).

Colazione

La colazione è piuttosto semplice: durante questa fase è possibile scegliere un qualunque frutto da mangiare, esclusa la banana e l’uva. Tra i frutti più consigliati figurano pesche, mele, pere, arance, melone o anguria.

Pranzo

A pranzo le possibilità sono molteplici: puoi scegliere se concederti 200 grammi di carne (magari con contorno di verdure) oppure un uovo sodo o ancora mezzo etto di pasta con contorno di verdure.

Eventualmente includi uno yogurt magro (o alla frutta) come dolce o un frutto (possibilmente un’arancia).

Merenda

Una manciata di frutta secca o un frutto (se non si è mangiato per pranzo).

Cena

Carne bovina o uova sode (alternate a pranzo), insalata, pane (un paio di fette), 1-2 pomodori (se in stagione estiva), carote, petto di pollo al forno o ai ferri, eventualmente un po’ di mais per un po’ di varietà.

Naturalmente anche in questo caso il sale va praticamente annullato, così come alcolici e bevande gasate. In ogni caso, prima di intraprendere questo tipo di dieta, è fortemente consigliato consultare il proprio medico di fiducia o un esperto nutrizionista.

Leggi l'articolo La dieta del cardiologo dalla fonte originale: Dieta Plank - La dieta, le testimonianze, e tutte le info!.

sabato 31 marzo 2018

Il cioccolato fa dimagrire? A quanto pare si!

Potrebbe sembrare assurdo ma, a quanto pare, il cioccolato fa dimagrire. Un’alimento ritenuto come decisamente non salutare, sarebbe in realtà un toccasana per la linea: ad affermare ciò sono alcuni ricercatori dell’Università di Granada che, tramite un articolo apparso su Nutrition, hanno confermato i risultati già paventati da altri studiosi.

I ricercatori spagnoli hanno portato avanti una ricerca prendendo in considerazione 1500 ragazzi provenienti da 6 nazioni europee. Questo campione è stato analizzato segnalando chi consumava maggiormente cioccolato e, indipendentemente dell’eventuale attività sportiva dei soggetti, essi presentavano meno grasso corporeo (soprattutto per quanto riguarda le aree addominali). Di fatto, si ha finalmente avuto la certezza che il cioccolato fa dimagrire!

Naturalmente la ricerca è stata portata avanti con puro metodo scientifico, valutando girovita dei giovani coinvolti e l’indce di massa corporea: secondo gli scienziati, la presenza di flavonidi e catechine (degli antiossidanti) ha un effetto fortemente benefico per quanto riguarda la nostra silhouette.

Il cioccolato fa dimagrire, ma a determinate condizioni

Se speravi di lanciarti in abbuffate di Nutella per poter dimagrire però, potresti andare in contro a una cocente delusione. Secondo gli stessi studiosi, il consumo di tale sostanza può essere benefica solo se estremamente ridotta. Inoltre va sottolineato come ci si sia riferiti a cioccolato fondente puro e non a formule più elaborate e quindi decisamente meno naturali.

Una conferma che avvalora la tesi di altri scienziati…

Come già accennato, non si tratta del primo studio che dimostra come il cioccolato fa dimagrire. Anche l’Istituto di dietetica e salute di Mainz (in Germania) ha effettuato studi con esiti positivi in tal senso.

Da tale ricerca sono anche state evidenziate le dosi giornaliere ideali, secondo cui con 42 grammi giornalieri di cioccolato fondente(con l’81% di cacao) viene incrementato notevolmente l’effetto dimagrante di una normale dieta. Anche in questo caso però, gli studiosi hanno sottolineato come l’assunzione della sostanza deve essere accompagnata da uno stile di vita salutare e da costante attività fisica.

Insomma: non pensare di poter dire così facilmente addio a diete ed esercizio fisico… ma di tanto in tanto potrai comunque poterti gustare un bel quadratino di cioccolato fondente!

Leggi l'articolo Il cioccolato fa dimagrire? A quanto pare si! dalla fonte originale: Dieta Plank - La dieta, le testimonianze, e tutte le info!.

venerdì 30 marzo 2018

Attività fisica in primavera: 5 consigli per vivere meglio

L’attività fisica in primavera è quasi obbligatoria per chi vuole presentarsi al periodo estivo in forma smagliante. D’altronde, dopo un lungo inverno di bagordi, il tepore dei mesi primaverili è l’occasione ideale per riprendere seriamente l’attività fisica.

Ci sono alcuni consigli che è comunque utile seguire quando, terminato il letargo invernale, ti appresti a riprendere l’attività fisica con regolarità. In questo articolo ti spiegherò come rimetterti in forma senza shock particolari e senza esagerare, tenendo sempre presente che un regime alimentare adeguato che accompagni l’esercizio è buona prassi.

L’attività fisica in primavera consente al tuo fisico di riprendersi dopo la pigrizia invernale

Con le prime giornate tiepide, la voglia di fare jogging o andare in palestra si fa sentire: è normale che ciò avvenga, visto che la primavera porta con sé una sorta di risveglio fisico e psicologico. Va detto comunque, che non bisogna farsi prendere da foga ed entusiasmo.

Comincia gradatamente

Il primo consiglio riguarda le prime sessioni: a dispetto della motivazione e della buona volontà, parti piano. Il fisico infatti non è allenato e forzare alle prime sessioni di palestra, una pedalata o semplice jogging può essere deleterio. Aumenta gradualmente la tua attività fisica in quanto il tuo fisico è probabilmente già sotto stress a causa del cambio di stagione e dunque necessita di una certa delicatezza.

L’importanza dell’alimentazione

La primavera offre frutta e verdura di stagione estremamente gustose e che apportano molte sostanze utili al tuo organismo. Cogli la palla al balzo, anche senza dover per forza seguire un rigido regime alimentare, e segui l’alimentazione tipica di questa stagione: insalata, carciofi, fragole e ciliegie dovrebbero essere all’ordine del giorno.

Passa più tempo all’aperto

L’attività fisica in primavera se è outdoor, raddoppia il proprio valore. La luce del sole infatti ha un effetto benefico sia sul corpo (soprattutto alle ossa) che sulla mente… e poi ammettiamolo: dopo tanti mesi al freddo fa davvero piacere godersi un po’ di sole!

Fai attenzione al cambio di stagione

Abbiamo già accennato come il cambio di stagione possa essere una fase molto delicata per il nostro fisico. C’è chi non si accorge neanche di questa fase e chi invece patisce in maniera particolare… alcuni soggetti sono colpiti da insonnia, nervosismo e inappetenza.

Ciò è causato principalmente da un clima che presenta diversi sbalzi e influenza in maniera negativa il nostro stato di salute. In alcune persone poi, questi cambiamenti vengono recepiti in maniera molto più accentuata. Nel caso fossi uno di quei soggetti, non forzare la mano e aspetta che la situazione si sia stabilizzata per riprendere le attività sportive.

Supporta il tuo fisico in un momento così delicato dell’anno

Riprendere l’attività fisica dopo un periodo di immobilismo totale non è così facile. Supporta il tuo fisico bevendo molta acqua e assumendo centrifugati di frutta e verdura (come già detto, possibilmente di stagione) ed eventualmente, chiedi al medico per sapere se è il caso di assumere dei ricostituenti.

Leggi l'articolo Attività fisica in primavera: 5 consigli per vivere meglio dalla fonte originale: Dieta Plank - La dieta, le testimonianze, e tutte le info!.

mercoledì 28 marzo 2018

Frutta primaverile che aiuta a dimagrire

In primavera, sia la natura che il nostro fisico vivono una sorta di risveglio. Non si tratta solamente di giornate più lunghe e un clima più mite: verdura e frutta primaverile infatti, offrono nuove sostanze al corpo umano che si prepara così per la bella stagione.

La frutta primaverile può aiutarti a dimagrire… e non solo!

La frutta, generalmente, contiene fibresali minerali e vitamine indispensabili perché il tuo corpo funzioni a dovere. Combinata con altri elementi, permette di ottenere una dieta sana ed equilibrata.

Naturalmente la primavera offre una gran quantità di frutti: mele, pere e gli ultimi agrumi (che solitamente sono collegati ai mesi invernali). Nulla di speciale? Beh, non abbiamo ancora parlato dei frutti rossi e delle loro straordinarie qualità.

La frutta rossa

Non si può parlare di frutta primaverile senza citare fragoleciliegieribesamarene e simili. Si tratta di alimenti particolari perché possiedono proprietà davvero uniche. Non solo ferro, ma anche licopene e antocianine: antiossidanti che combattono l’invecchiamento. Inoltre, secondo alcuni studi, questi alimenti sarebbero anche un valido supporto alla lotta contro i tumori.

Al di là di ciò che sono queste proprietà straordinarie, non dimentichiamoci di un fattore importante: sono estremamente gustose! Proprio per questo, in primavera, creare gustose macedonie con la frutta rossa è un’ottima idea per unire l’utile al dilettevole!

Agrumi in extremis…

Limoniarancepompelmimandarini e cedri sono considerati frutti appartenenti al periodo più freddo dell’anno. Ciò è vero, ma la loro produzione si estende anche al primo periodo primaverile. Inutile sottolineare come si tratta di  alimenti straordinariamente importanti per il corpo umano: le capacità dimagranti e l’apporto di vitamina C fanno degli agrumi un frutto sempre molto apprezzato in pressoché qualunque tipo di regime alimentare.

Kiwi e nespole

Chiudiamo la carrellata di frutta con Kiwi e Nespole. Si tratta di due frutti “di nicchia” che possiedono comunque proprietà piuttosto interessanti.

Il kiwi è un frutto primaverile piuttosto particolare, che non piace a tutti: se sulle preferenze di palato si può discutere, le sue proprietà sono assolutamente fuori discorso. Il kiwi contiene vitamina C, vitamina E, potassio, fosforo, ferro calcio… in pratica si tratta di un ricostituente naturale.

Anche le nespole sono frutti della primavera che possiedono diverse proprietà interessanti. Tra le tante ricordiamo il basso livello calorico, le proprietà diuretiche e un buon apporto dell’immancabile vitamina C.

La primavera ti aiuta a stare meglio!

Al di là di eventuali diete, affidare la propria alimentazione primaverile a frutta di stagione non può che far bene. Se al consumo frequente di questa frutta si abbina poi un regime alimentare controllato, vi sono ottime probabilità di arrivare all’estate in piena forma e assolutamente prontissimi alla tanto temuta prova costume!

Leggi l'articolo Frutta primaverile che aiuta a dimagrire dalla fonte originale: Dieta Plank - La dieta, le testimonianze, e tutte le info!.

lunedì 26 marzo 2018

Cibi primaverili che fanno dimagrire

Arriva la primavera e con essa la nostra alimentazione cambia. Dopo un lungo e rigido inverno, nel quale probabilmente abbiamo approfittato delle feste per concederci qualcosa di troppo a tavola, è arrivato il momento di rimetterti in riga.

Per fortuna esistono numerosi cibi primaverili che possono aiutare a rimettere le cose a posto e, anche senza un preciso regime alimentare, possono cominciare ad agire sul nostro fisico sgonfiandolo e tonificandolo. Se poi vuoi provare una dieta particolarmente adatta a questo periodo, dai un’occhiata a questo articolo.

Cibi primaverili: la terra si risveglia e ci regala il meglio di sé…

Frutte e verdure di questo periodo dell’anno sono lo specchio della primavera: la terra si risveglia e da il meglio di sé, offrendo una serie di prodotti gustosi e benefici. Prima ancora di intraprendere una vera e propria dieta, perché non provare un po’ di auto regolamento sfruttando i frutti di questa stagione?

Le verdure primaverili

Il terreno gelato si scalda dopo un lungo inverno e cominciano a vedersi le prime verdure. Un’occasione imperdibile per ha bisogno di un trattamento depurativo. I carciofi per esempio, sono il massimo per chi vuole contrastare i calcoli e contemporaneamente abbassare i livelli del colesterolo. Innumerevoli sono poi le tipologie di insalate e verdure simili disponibili in questo preciso periodo dell’anno.

La frutta

La frutta rossa è la regina di primavera: dalle fragole alle ciliegie, in questa stagione si possono gustare alcuni tra i frutti più ambiti e apprezzati. Non solo gusto comunque: l’apporto di sali minerali, ad esempio, è un valore aggiunto che caratterizza tutti i tipi di frutta rossa. Chi non apprezza gli agrumi (tipicamente invernali ma ancora presenti nelle prime fasi primaverili) può optare per il kiwi al fine di mantenere costante l’apporto di vitamina C.

I cereali

Tra i cibi da inserire tra i cibi primaverili figurano anche i cereali. Grazie alle loro capacità depurative (soprattutto per quanto riguarda il riso) si tratta di alimenti estremamente importanti per una dieta equilibrata. Per ottimizzare la loro resa, ti consiglio di consumare le varianti integrali.

Comincia la primavera con il piede giusto per un’estate a prova di costume…

Ora è il tuo momento! C’è ancora spazio e tempo per buttare giù qualche chilo di troppo e arrivare alla temuta prova costume senza particolari preoccupazioni. L’importante è lasciare da parte i cibi grassi, ridurre il sale e cominciare a mangiare sano sfruttando frutta e cibo di stagione… se poi vuoi dare una sterzata ancora più decisa, c’è sempre la possibilità di seguire una vera e propria dieta.

Leggi l'articolo Cibi primaverili che fanno dimagrire dalla fonte originale: Dieta Plank - La dieta, le testimonianze, e tutte le info!.